Caro diario ti scrivo…

Tra i numerosi pregi della letteratura per ragazzi c’è quello di annoverare, tra le proprie fila, delle vere e proprie perle. Perle che risultano spesso più pure e splendenti delle proprie colleghe della narrativa per adulti.
L’originalità che contraddistingue certe trame, la scrittura che caratterizza certe storie, io non sono ancora riuscito a trovarle nella letteratura per grandi.
E tra questi bei libretti che mi commuovono per quanto sono ben fatti mi sento di annoverare questo:
 9788871066172_0_0_333_80

Non saprei come definirlo, perché non è un romanzo, non è una raccolta di racconti (anche se in un certo senso potrebbe esserlo), non è un vero e proprio diario, perché di diari ce ne sono sei… Diciamo che potrei classificarlo come una raccolta di diari, ecco. E di diari particolari! Sono infatti diari di sei grandi autrici, italiane e straniere, di quando erano dodicenni. Anzi, no. Sono sei diari immaginati, di altrettante autrici reali.
Nadia Terranova e Patrizia Rinaldi hanno coraggiosamente scelto tre scrittrici ciascuna, autrici che stimano in modo particolare, e si sono calate nei loro panni. Si sono immaginate come novelle Ortese, o Dickinson, ma non nelle loro versioni adulte, quelle che hanno scritto i capolavori della letteratura mondiale, no! Ma le Beatrix Potter o le Jane Austen dodicenni, intente a fare le loro prove di scrittura sui loro primi e scrivevano i loro primi diari.
Questo roseo volumetto raccoglie quindi delle pagine ipotetiche, che però riescono a dire molto delle autrici che cercano di ritrarre. È impressionante vedere come la vita di Beatrix Potter traspiri da queste pagine, o come l’intelligenza della Serao ti riesca a colpire in faccia…
È un librino agile e veloce, questo. Che secondo me è ben capace di colpire le giovani lettrici, o i giovani lettori, non solo facendoli appassionare a queste grandi autrici, ma anche facendoli appassionare alla lettura e alla scrittura in genere. E al libero pensiero, soprattutto, perché se c’è un comune denominatore tra queste sei artiste eccezionali, quella è la capacità di saper pensare fuori dagli schemi e seguendo una propria visione delle cose, senza lasciarsi condizionare da chi sta loro intorno.
Ed è anche un libro perfetto per i grandi. Per prima cosa per conoscere alcune grandi donne che magari non si conoscevano. Per esempio, io della Serao non sapevo niente, ma queste righe mi hanno messo addosso una curiosità davvero famelica. Ma anche perché ci sono fili secondari che si potrebbero cogliere e che riguardano l’indipendenza, la curiosità, la creatività… e che, beh, sì, specialmente in questa epoca si tendono a dimenticare. O a tralasciare, che è anche peggio.
Lo consiglio. Lo consiglio a tutte le età.
Tra l’altro, ho trovato ottime pure le pagine legate alle curiosità sulla vita di ogni autrice e anche quelle in cui vengono descritte le motivazioni che hanno portato Patrizia e Nadia a scegliere quella determinata donna.
Son gocce di ispirazione.

Caro diario ti scrivo…
di Patrizia Rinaldi e Nadia Terranova
111 pagine, 10,90 €, Sonda
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...